La Balbuzie il difetto dei troppo intelligenti

Mettendo insieme sapientemente dizione e ortofonia si ottengono esercizi speciali per la spigliatezza della parola consigliati a tutti i ragazzi ed anche adulti che desiderano incrementare il rendimento scolastico o professionale.

Il parlare smorzato, emotivo, esitante, le frasi frettolose e mal costruite portano a sminuire la personalità, personalità intesa come modo di porsi dinanzi agli altri.

Il miglior biglietto da visita da presentare,ovunque si vada, è certamente una buona dizione.

Acquistando con l’ortofonia una buona articolazione della parola e con la dizione una perfetta pronunzia italiana, si ottiene anche la sicurezza come persona.

È BENE RICORDARE CHE L’ARTICOLAZIONE È DA PORRE AL PRIMO POSTO NELLA SCALA DEI VALORI DEL LINGUAGGIO.

Il perfezionamento del linguaggio aiuta a sapersi esprimere bene. Si consiglia soprattutto alle persone timide. Quando loro saranno padrone delle parole che dicono, dei concetti che esprimono, con voce chiara e armoniosa, si accorgeranno che anche la timidezza scompare.

Sono qui elencati gli esercizi che hanno in comune sia la dizione che l’ortofonia.

  1. Vocalizzi con cadenze alternate.

  2. Vocalizzi con le “A” ortofoniche.

  3. Il triangolo vocalico di Hellwuag.

  4. I gesti di regolazione durante gli esercizi.

  5. Prolungamento delle vocali toniche nei vocaboli singoli.

  6. Pronunzia delle vocali foniche aperte e chiuse.

  7. Gli omonimi con gli accenti tonici.

  8. Gli omonimi con gli accenti fonici gravi e acuti.

  9. Esercizi della voce sul tono, volume e timbro.

  10. Le assonanze nelle frasi lunghe.

  11. Esercizi di respirazione continua e profonda.

  12. Le pause nella lettura. Le pause di sospensione.

  13. L’attacco. Come aver cura dell’inizio con una buona coordinazione pneumo-fonica.

  14. Il raddoppio sintattico e il ritmo fonico.

  15. Esercizi di raddoppi sintattici nei proverbi.

  16. I fonemi esplosivi doppi.

  17. Pronunzia delle consonanti occlusive.

  18. Esercizi di prolungamento delle semiconsonanti.

  19. La “S” sibilante e sonora appoggiata sui fonemi esplosivi e sonori.

  20. La “Z” sorda e sonora.

  21. Esercizi sulla “R”.

  22. Esercizi sulle “C” gutturali e palatali.

  23. Come evitare il “birignao” ed altri modi artificiosi del parlare.

  24. Tutti gli esercizi sulle labiali “P” “B” “M”

  25. La spinta del fiato nelle “S” e “F” prolungate.

  26. I modi del parlare nelle inflessioni dialettali.

  27. Come controllare la velocità d’eloquio.

  28. Gli scioglilingua.

  29. Come raccontare le barzellette.

  30. L’arte di recitare poesie.

  31. L’arte del leggere in pubblico.

  32. Lo studio fisiologico nel canto e nella parola.

  33. Osservazione della pronunzia con gli oscillogrammi.